sign

sign

domenica 24 settembre 2017

in the dungeon no one can hear you scream: FIGHTER

Torna quasi a breve distanza questa sotto-rubrica in cui dipingo dei modelli che fanno parte di un coraggioso gruppo pronto a scendere in pericolosi sotterranei.
Questa volta tocca ad un' altra classica  figura ovvero il guerriero (anche se in alcuni cataloghi lo si trovava tra i barbari), una miniatura semplice ma scolpita in maniera egregia (opera dei fratelli Perry) e come sempre ricca piccoli di dettagli.
Come colorazione è stata semplice visto che è quasi  interamente ricoperto di cotta di maglia percui sono partito dal color argento (sempre sporcandolo un po'), mentre  per dare  un po' di vivacita' al modello ho optato per alcuni dettagli in rosso come la fodera della spada, il manico dell 'ascia o alcuni particolari dell'elmo.
Sulla schiena c'era  lo spazio per applicare lo scudo ma alla fine ho scelto di metterci un zaino, sempre utile se durante l'esplorazione si trovano oggetti magici o preziosi tesori ( ma anche pozioni ricostituenti vanno bene lo stesso).
E cosi' un altro coraggioso eroe è pronto a scendere nell'oscuro dungeon per sfidare le potenze del male.








domenica 17 settembre 2017

VASNGARD DOOMBLADE (chaos warrior)

Divaghiamo un po' dalle mie  solite razze con questi interessante classico guerriero del caos, ricco di piccoli dettagli (tipo l'elsa della spada o il misterioso teschio che sbuca da dietro lo scudo) e di  una bella posa.
Sicuramente in qualche altro vecchio post lo avro' gia' raccontato: dopo la scorpacciata di vecchi modelli del caos fatta da ragazzino (coloravo solo quelli), ho avuto una specie di rigetto e, in un moto di follia, vendetti quasi tutto o scambiai con altri pezzi, ma qualcosa fortunatamente mi è rimasto come questa miniatura.
Strizzando l' occhio ai vecchi stili di colorazione  sono partiti da un blu leggermente chiaro per la corazza, con qualche elemento rosso per spezzare (la ginocchiera, la parte di dietro), colori naturali per  parti di pelliccia (compreso il povero topastro sull'elmo, altro bel tocco) e lo scudo che riprende i colori dell'armatura.
Mi sono divertito a lavorare un po' piu' sulla basetta, alzandola e aggiungendo legnetti e fogliame vario e un bel teschio che ci sta sempre bene.











domenica 10 settembre 2017

KING GORRIN (dwarf lords of legend)

Puo' una piccola miniatura  di nano rappresentare tutta l'epicita' la potenza e il mito?
Penso proprio di si' e ne è un esempio  questo King Gorrin, facente parte del classico e mitico set "Dwarf  lords of legend" in cui figurano tutta una serie di nani ottimamente caratterizzati e scolpiti divinamente ad opera degli indimenticabili fratelli Perry.
La spada alzata al cielo, il grido di trionfo per il nemico ucciso, i particolari dell' armatura , la testa mozzata dell'orco , tutti elementi che rendono questo modello un autentico gioiello.
Per la colorazione sono partito dall' armatura ed essendo un re ho deciso di dipingerla di oro, lavandolo un po' con un marrone chiaro per non dare l'idea di "finto" ma di una corazza che ha visto battaglie e sangue.
Per spezzare un po'  ho fatto il mantello di un blu chiaro con un paio di linee bianche per non renderlo monotono, l'equivalente ma a colori invertiti per il gonnellino davanti, un rosso scuro e  del nero per alcuni particolari  e una bella barba bianca ad incorniciare il volto.
Visto la particolare posa ci stava bene una bella basetta un po' piu' elaborata e cosi' ho costruito una specie di cima della montagna in cui King Gorrin  puo' urlare tutto il suo trionfo.
E' stato un piacere immenso dipingere questa miniatura e piano piano vorrei continuare la collezione di questi Dwarf lords of legend (a dire il vero un paio gia' ce li ho).
Tra l 'altro con un modello  del genere ci sta proprio  bene un bel pezzo dei Manowar come sottofondo!








domenica 3 settembre 2017

BEASTMAN (bull head)

Dopo una lunga pausa torniamo ancora ai miei amati uomini bestia vecchio stile e piu' precisamente con quello che dovrebbe essere il leader della mia piccola banda/collezione, visto la posa fiera ed epica.
Questo modello dimostra ancora una volta  il fascio grottesco dei vecchi modelli (un vero e proprio zoo degli orrori) e in questo caso abbiamo un guerriero meta' uomo e meta' toro.
La bellezza della scultura è data da piccoli dettagli tipo la gamba gia' mutata, i vestiti lacerati, la benda sul'occhio, l'ascia da guerra oltre alla gia' citata posa (Jes Goodwin dovrebbe essere l'artista).
La colorazione era abbastanza facile essendo il modello per la maggior parte ricoperto di pelliccia e sono andato sul classico marrone schiarito via via con del giallo e ho lasciando il tocco di colore per i pantaloni con un viola chiaro.
Visto che appunto è il leader della banda ho fatto in maniera che svettasse rispetto agli altri, alzando la basetta con una specie di rialzo in pietra (un qualche antico altare?) abbellito con erbacce e ossa.
In definitiva un modello splendido che emana tutto il fascino e la potenza dei vecchi uomini bestia.







domenica 27 agosto 2017

UGBLOD (goblin)

Con questo  Ugblod  vado ad ampliare la mia piccola ma agguerrita banda di goblin vecchia scuola.
Anche in questo caso il pezzo nella sua semplicita' si fa notare con quel lato grottesco tipico degli anni '80 e alcuni particolari curiosi come ad esempio ...un paio di ciabatte!
Ebbene si' ,il folle scultore (nick adams?) ha dotato questa miniatura di comode (?) pantofole da combattimento, aumentando cosi' ancora di piu' l'ammirazione per questi vecchi modelli.
Come dicevo prima, avendo il goblin  pochi dettagli  ho deciso di applicare un giallo/nero in diversi punto per dare piu' colore  e vita al modello  come il cappuccio o  le famose calzature, la veste di  rosso (poi ho leggermente sporcato i vestiti con un po' di  lavatura marrone) mentre per  la pelle ho optato per il  classico verde mescolato con del giallo.
Infine, ispirandomi (con molta umilta') alle creazioni del passato, mi sono poi  divertito a dipingere uno di quei classici volti mostruosi sullo scudo che si vedevano spesso sulle pagine di white dwarf  oltre a riprendere il tema del giallo/nero per la parte esterna.
Un modello classico e semplice ma  che nonostante tutto mi sono  divertito a  dipingere.









mercoledì 9 agosto 2017

TALISMAN: LEPRECHAUN

Torniamo a presentare le maniature tratte dai vari personaggi dell' intramontabile gioco da tavolo Talisman.
Questa volta è il turno del Leprechaun a cui sono particolarmente legato visto che fu il personaggio che usai la prima volta che giocai a questo gioco.
Venni subito rapito dalla magica atmosfera che scaturisce ad ogni partita  anche se non feci proprio una bellissima figura ( tirai le cuoia quando ero ancora nella regione esterna :( ).
Come colorazione ho ripreso quella presenta nella scheda personaggio, cercando di ricreare anche la basetta con erbetta, cespugli e pietre.
Ammetto che mentre lo dipingevo provavo una certa emozione visto che sono passati piu' di ventanni da quella primissima partita ma che ricordo ancora come fosse ieri.












domenica 6 agosto 2017

In the dungeon no one can hear you scream: ELF

Torniamo dopo tanto tempo a questa specie di sotto  categoria ( qui il primo post) con audaci avventurieri pronti ad affrontare le insidie di famigerati dungeon.
Questa volta è il turno di un elfo, razza da me sempre poco gradita, anche se nel passato uscirono diversi pezzi interessanti come questo in questione.
Una miniatura ottima che, sia per la posa, sia per la qualita' della scultura e, non ultimo, per i numerosi dettagli  mi hanno fatto decidere di "arruolarlo" in un ipotetico gruppo di avventurieri.
Per la colorazioni mi sono ispirato a quelle del passato, partendo dai pantaloni con due tonalita' (giallo e nero) che vengono riprese poi in diversi elementi come la faretra o le maniche, del verde per la veste e dell'avorio per l'arco piu' i soliti colori naturali per stivali e sacchetti.
Naturalmente immaginando che esplorassero un dungeon ho fatto la basetta di conseguenza.
Un bella miniatura di elfo che mi ha fatto rivalutare questi modelli (ma del resto negli anni '80 l'immaginario elfico era ancora epico e non influenzato da film e videogiochi).